Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Quesito e risposta procedura negoziata per l’affidamento biennale del servizio di formazione del personale della cassa italiana di previdenza e assistenza dei geometri liberi professionisti


 Termine presentazione quesitiTermine risposta quesiti  Termine presentazione offerta
11/09/2018  15/09/201821/09/2018

QUESITO
 
A) Spett.le CIPAG, si richiede una conferma circa il contenuto richiesto per il corso sulla Redazione degli Atti Istituzionali; in particolare chiediamo conferma che l'esigenza, che sembra emergere dal contenuto riportato nel capitolato, sia di incentrare la giornata sull’applicazione della legge 241/90 e smi agli atti/provvedimenti che adotta ed emana la Cassa.


B) Con riferimento al quesito proposto, si comunica che il corso in materia di Redazione degli Atti Istituzionali deve riguardare senz’altro i principi generali e i principali istituti della legge n. 241/1990 relativamente all’adozione degli atti (motivazione, pubblicità etc.) come già specificato nel capitolato par. 2, pag. 8. Occorre, tuttavia, considerare che la Cassa è un ente di diritto privato a base associativa che svolge attività di pubblico interesse e, pertanto, i principi e gli istituti disciplinati della legge n. 241/1990 devono essere necessariamente declinati tenuto conto della peculiare natura e delle funzioni svolte dall’ente. L’obiettivo del corso è quello di fornire ai dipendenti le metodologie e gli strumenti utili per la redazione di atti monocratici e collegiali che presentino gli elementi necessari e rispettino i principi richiamati anche nell’ottica di uniformare gli standard redazionali. 
Si ricorda infine, che i contenuti dei singoli corsi definiti nel capitolato di gara al par. 2, pag. 7, rappresentano argomenti minimi sui quali gli operatori economici sono chiamati a modulare le proprie proposte che saranno oggetto di valutazione in sede di offerta tecnica ed alle quali sarà attributo uno specifico punteggio. E’ rimessa quindi all’operatore economico la valutazione dei contenuti didattici in grado di soddisfare le esigenze manifestate.